È indispensabile attendere la sentenza penale per licenziare il dipendente che sottragga beni del datore di lavoro?

È indispensabile attendere la sentenza penale per licenziare il dipendente che sottragga beni del datore di lavoro?

(Corte di Cassazione, 20 luglio 2012, n. 12702)

No, non è affatto necessario attendere il processo penale; lo chiarisce la Suprema Corte secondo la quale il dipendente che utilizzi una procedura aziendale impropriamente per fare uscire materiale avente valore commerciale senza che la società ne abbia alcuna utilità ed in cambio di un tornaconto personale, può legittimamente essere licenziato per giusta causa, senza dover aspettare l’accertamento del Giudice penale.

Secondo la Suprema Corte un siffatto comportamento integra una sottrazione di beni personali ed un contegno che permette al dipendente di conseguire un’illecita percezione di un’utilità personale in relazione ad affari trattati per conto della Società, atta a giustificare l’immediata reazione espulsiva del datore di lavoro.

Con la pronuncia citata la Cassazione ha quindi respinto il ricorso presentato dal lavoratore per il quale il licenziamento sarebbe stato illegittimo perché contrastante con la specifica previsione contenuta nel contratto collettivo applicato che subordinava la comminazione del licenziamento senza preavviso alla presenza di una condanna passata in giudicato per peculato; la Suprema Corte, infatti, in adesione alle eccezioni sollevate dalla società, assistita dal nostro Studio, ha ritenuto che la sentenza di appello avesse correttamente ricondotto la fattispecie sostanziale ad altra previsione contrattuale e cioè a quella che consentiva di sanzionare con il licenziamento senza preavviso e senza necessità di attendere l’accertamento penale “i gravi comportamenti di illecita sottrazione di cose appartenenti alla società” e “l’accettazione di compensi per affari trattati in ragione dell’ufficio”, dunque l’ipotesi ricorrente nel caso concreto.

(Causa curata da Giorgio Molteni e Claudio Ponari)

0

Related Posts

Quale rilevanza probatoria attribuire…

di Antonio Cazzella La questione è stata recentemente affrontata dalla Corte di Cassazione, la quale, a distanza di pochi giorni, ha fornito indicazioni contrastanti sul valore probatorio di tali dichiarazioni,…
Read more

Infortunio del dipendente: responsabilità…

231: LA CASSAZIONE RIDUCE LA PENA PER LA VIOLAZIONE DELLE NORME SULLA SICUREZZA A cura di Francesco Autelitano  Con sentenza del 10 ottobre 2012, n. 40070, la Corte di Cassazione…
Read more