Fino a quando vi è interesse a impugnare il contratto di somministrazione?

Cassazione

Fino a quando vi è interesse a impugnare il contratto di somministrazione? 

(Tribunale di Milano, 23 ottobre 2012)

Decorsi tre anni dalla cessazione dell’ultimo contratto (di somministrazione), era stata proposta impugnazione, sostenendo parte ricorrente che lo stesso fosse illegittimo ed inefficace e chiedendo, quindi, la costituzione di un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato con l’impresa utilizzatrice. Accogliendo le difese del nostro Studio, il Tribunale di Milano ha ritenuto risolto il rapporto “per mutuo consenso”, in ragione del lungo decorso del tempo. La sentenza osserva che dopo l’entrata in vigore della legge 4 novembre 2010, n. 183 (il cosiddetto “Collegato lavoro”) vi è una chiara indicazione circa la “congruità del termine” per la proposizione dell’azione giudiziaria. In particolare, prevedendo sessanta giorni di tempo per l’impugnazione del licenziamento e duecentosettanta giorni per il deposito del ricorso, il legislatore “ha voluto sottolineare la congruità del termine massimo di trecentotrenta giorni – arrotondabili al massimo all’anno – per la proposizione dell’azione giudiziaria, in difetto della quale va desunto il disinteresse di fatto della parte ricorrente al ripristino del rapporto”.

(Causa curata da Stefano Beretta e Orazio Marano)

0

Related Posts

Il dipendente relegato in…

Il dipendente relegato in una condizione di nullafacenza non ha diritto al risarcimento se non allega e prova rigorosamente il danno subito Tribunale di Bergamo, sezione lavoro, 26 giugno 2014…
Read more

L’avvocato che dichiara di…

Corte di Cassazione, sez. II civ., sentenza 26 marzo - 23 giugno 2014 Ai sensi dell'art. 1388 cod. civ., “il contratto concluso dal rappresentante in nome e nell'interesse del rappresentato,…
Read more

Giusta causa di recesso…

Tribunale di Bologna, 10 giugno 2014 Nel caso in esame, l’agente aveva adito il Giudice del lavoro, chiedendo l’accertamento dell’illegittimità del recesso per giusta causa operato dalla preponente, con condanna…
Read more