Somministrazione di lavoro irregolare per motivi di forma: ne risponde l’agenzia

Cassazione

Somministrazione di lavoro irregolare per motivi di forma: ne risponde l’agenzia

(Tribunale di Lanciano, n. 494/2012)

Con la sentenza in epigrafe, il Giudice del Lavoro di Lanciano ha ritenuto che le eventuali violazioni di carattere formale, quale la mancata specificazione delle ragioni del ricorso alla somministrazione, relative non al contratto commerciale tra Agenzia e impresa utilizzatrice, bensì al contratto di lavoro stipulato fra lavoratore e Agenzia, non incidono sulla validità e sulla legittimità del contratto di somministrazione (quello tra Agenzia e impresa utilizzatrice), ma impongono l’applicazione dei principi di cui al D.Lgs. n. 368/2001 al contratto individuale di lavoro a tempo determinato stipulato tra il lavoratore e l’Agenzia di somministrazione.

Ed, infatti, secondo il Giudice, le prescrizioni di cui agli artt. 20 e 21 commi 1, lett. a), b), c), d), e) D. Lgs. 276/03, la cui inosservanza è sanzionata dal successivo art. 27 con la costituzione di un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, alle dipendenze dell’utilizzatore, riguardano unicamente il contratto stipulato fra utilizzatore e Agenzia di somministrazione.

Di contro, il Tribunale rileva che l’art. 22 D. Lgs. 276/03, nel richiamare la disciplina prevista per il contratto a tempo determinato, fa espresso ed esclusivo riferimento al rapporto di lavoro tra Agenzia di somministrazione e prestatore di lavoro.

I due contratti, pertanto, sono regolati da regimi di invalidità e apparati sanzionatori distinti e autonomi.

(Causa curata da Giacinto Favalli e Mario Cammarata)

0

Related Posts

Il dipendente relegato in…

Il dipendente relegato in una condizione di nullafacenza non ha diritto al risarcimento se non allega e prova rigorosamente il danno subito Tribunale di Bergamo, sezione lavoro, 26 giugno 2014…
Read more

L’avvocato che dichiara di…

Corte di Cassazione, sez. II civ., sentenza 26 marzo - 23 giugno 2014 Ai sensi dell'art. 1388 cod. civ., “il contratto concluso dal rappresentante in nome e nell'interesse del rappresentato,…
Read more

Giusta causa di recesso…

Tribunale di Bologna, 10 giugno 2014 Nel caso in esame, l’agente aveva adito il Giudice del lavoro, chiedendo l’accertamento dell’illegittimità del recesso per giusta causa operato dalla preponente, con condanna…
Read more