Newsletter N° 130 Gennaio 2019

Scaletta

  • Inefficacia del licenziamento in caso di codatorialità del rapporto di lavoro
  • Incompatibilità ambientale. Il trasferimento del lavoratore è legittimo
  • Dimissioni annullabili se rassegnate dal lavoratore stressato ed insoddisfatto
  • La sentenza del mese. Elementi rilevanti ai fini della qualificazione del rapporto di lavoro (autonomo o subordinato) tra un medico e una struttura sanitaria
  • Litiga con il collega e lo colpisce all’inguine: la telecamera la “riprende” e viene legittimamente licenziata
  • Con una valutazione prognostica in astratto: così va valutato il comportamento del dipendente che svolge altra attività durante l’assenza dal lavoro per infortuni
  • Rapporto di Agenzia. Molto piu’ difficile ora per gli agenti e rappresentanti di commercio ottenere l’indennità meritocratica prevista in caso di cessazione del rapporto di lavoro
  • Il patto di fedeltà nell’ambito del rapporto di agenzia
  • Assicurazioni, Locazioni, Responsabilità
  • Osservatorio sulla cassazione
  • Il punto su: Validità dell’accordo parasociale che manleva il socio da conseguenze negative dell’investimento (opzione vendita “put”)
  • Biblioteca T&P
  • Rassegna Stampa

 

Leggi la Newsletter di Gennaio

0

Articoli Correlati

Newsletter N° 134 Maggio…

Scaletta   APPROFONDIMENTI L’imprenditore è esclusivo responsabile del danno per aver accettato assegni scoperti. L’infortunio per rimozione protezioni ad opera dell’addetto non determina automatica responsabilità omissiva del datore di lavoro.…
Leggi ancora

Newsletter N° 133 Aprile…

Scaletta   APPROFONDIMENTI Esonero della responsabilità del produttore e del distributore in caso di effetti collaterali di un farmaco. Un caso di applicazione del “jobs act”, come riformato dalla Corte…
Leggi ancora

Newsletter N° 132 Marzo…

Scaletta   APPROFONDIMENTI Nulla la sentenza di fallimento del casinò, ma ormai l’azienda non esiste più. Manifesta insussistenza del fatto posto a base del licenziamento per motivo oggettivo: ipotesi “eccezionale”, ma la reintegrazione è l’unica…
Leggi ancora