Il patto di non concorrenza post contrattuale deve contenere il vincolo entro determinati limiti di oggetto, di tempo e di luogo

revoca reintegrazione

il Sole 24Ore – Diritto24:  02/07/2019

(Tribunale di Udine, sentenza 24 giugno 2019)

a cura di Tommaso Targa – Trifirò & Partners Avvocati

Per giurisprudenza consolidata, di legittimità e di merito, il patto di non concorrenza post contrattuale, stipulato ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 2125 cod. civ., deve contenere il vincolo entro determinati limiti di oggetto, di tempo e di luogo. 

Continua a leggere l’intero articolo qui

 

0

Articoli Correlati

Interruzioni con atti stragiudiziali

ItaliaOggi:  16/09/2019 Di Vittorio Provera – Trifirò & Partners Avvocati
Leggi ancora

Revoca dell’ordine di reintegrazione…

Il Sole24Ore - Diritto24: 03/09/2019  Commento a cura dell'avv. Marina Olgiati – Trifirò & Partners Avvocati Trib. Brescia, 30 luglio 2019, n. 524 Devono essere restituite le somme percepite dal…
Leggi ancora

Licenziabile il lavoratore che…

Il Sole24Ore - Diritto24: 30/08/2019 di Tommaso Targa – Trifirò & Partners Avvocati (Tribunale di Foggia, ordinanza 19 luglio 2019)   Nel caso esaminato, il lavoratore è stato licenziato poiché, dapprima…
Leggi ancora