Il trasferimento ai sensi dell’art. 33 l. 104/1992 può essere ottenuto solo se esistono posizioni vacanti nella sede di destinazione

Diritto24

Diritto24 – Il Sole 24 Ore: 03/08/2018
Il trasferimento ai sensi dell’art. 33 l. 104/1992 può essere ottenuto solo se esistono posizioni vacanti nella sede di destinazione

Commento a cura dell’avv. Tommaso Targa

“Con la sentenza in commento, il Tribunale di Sassari ha rigettato la domanda di un lavoratore che, in quanto titolare dei benefici ex art. 33 della l. 104/1992, ha chiesto la condanna dell’azienda ad essere trasferito di sede. La sentenza ha richiamato il tenore testuale della norma secondo cui il trasferimento può essere disposto solamente “ove possibile”. Partendo da tale inciso, essa ha escluso che il lavoratore possa vantare un diritto assoluto ad essere trasferito, in presenza dei presupposti previsti dalla norma di che trattasi per godere dei permessi.” 

0

Related Posts

Se l’indennità sostitutiva del…

 di Tommaso Targa - Norma e tributi Plus, il Sole 24 ore, 02/02/2023 Se l'indennità sostitutiva del preavviso incide sul Tfr Leggi l'articolo
Read more

Legittimo il rifiuto all’assemblea…

 di Federico Manfredi - Diritto del Lavoro, Guida al Lavoro, 27/12/2022 Legittimo il rifiuto all'assemblea sindacale presso i locali aziendali Leggi l'articolo
Read more

Scatta la reintegrazione anche…

 di Federico Manfredi - Diritto del Lavoro, Guida al Lavoro, 27/12/2022 Scatta la reintegrazione anche in caso di violazione dell'obbligo di repêchage Leggi l'articolo
Read more