La temporanea mancanza di liquidità non giustifica il ritardo nel pagamento dei tributi

Diritto24

Diritto24 – Il Sole 24 Ore: 27/09/2017


La temporanea mancanza di liquidità non giustifica il ritardo nel pagamento dei tributi

A cura di Enrico Vella

Con l’ordinanza in epigrafe, la Suprema Corte di Cassazione si sofferma sulla nozione di causa di forza maggiore in materia tributaria e fiscale, precisando che la temporanea mancanza di liquidità, conseguente a diversi contenziosi di rilevante contenuto economico, non può rappresentare motivo per ritardare il pagamento degli oneri tributari.

0

Related Posts

Occhio alle sanzioni

di Vittorio Provera - Private, Settembre 2022 Il tema della pattuizione di importanti incentivi per dirigenti di elevato profilo, specialmente in fase di cessazione del rapporto, è oggetto di una…
Read more

Sullo smart working controllo…

di Stefano Trifirò - Corriere della Sera, 26/09/2022 Con l'intelligenza artificiale, "negli USA, un lavoratore si è visto dimezzata la retribuzione, perché l'algoritmo non aveva tenuto conto dell'attiità lavorativa non…
Read more

Si applica la disciplina…

di Federico Manfredi - Il Quotidiano Giuridico, 21/09/22 Il Tribunale di Bergamo, sez. lav., sentenza 30 giugno 2022, n. 386, facendo applicazione dei principi espressi dalla Cassazione sul caso “riders”,…
Read more