Diritto del lavoro

Recesso dal contratto di apprendistato

recesso dal contratto

Il Giudice del Lavoro di Firenze ha rigettato la domanda di declaratoria di nullità/illegittimità/inefficacia del recesso dal contratto di apprendistato inter partes avanzata da una lavoratrice, non avendo rinvenuto vizi formali, né inadempienze contrattuali, che giustifichini la trasformazione del rapporto di apprendistato in ordinario rapporto subordinato a tempo indeterminato.

Compensi, vertici srl all’asciutto

Debiti

di Vittorio Provera – ItaliaOggi, 24/11/2021 Tra l’amministratore di srl e la società sussiste un rapporto di immedesimazione organica, tuttavia il diritto al compenso ha una sua connotazione autonoma, con un rapporto di tipo contrattuale.  Pertanto, l’inadempimento dell’amministratore legittima il rifiuto al pagamento del compenso. Leggi l’intero articolo qui!

Sottrarre dati dal PC aziendale comporta licenziamento

cresce il peso della consulenza

di Marina Olgiati e Francesco Torniamenti – Il Sole 24 Ore, 20/11/2021 I dati contenuti nel pc aziendale in dotazione al dipendente e utilizzati per lo svolgimento dell’attività lavorativa sono patrimonio aziendale. Pertanto, il dipendente che cancelli o manipoli o trasferisca all’esterno tali dati attua una condotta disciplinarmente rilevante, commette illecito civile e penale e […]

Recesso con preavviso e diritto all’indennità sostitutiva

recesso con preavviso

Con ordinanza n. 27934 del 13 Ottobre 2021 la suprema corte si è pronunciata sul diritto della parte recedente di ottenere il pagamento dell’indennità sostitutiva in caso in cui l’altra parte rinunci al periodo di preavviso. La fattispecie esaminata riguarda un lavoratore che si era dimesso, offrendosi di svolgere la prestazione per la durata del […]

Lavori con giro di beni e locali

Debiti

di Vittorio Provera – ItaliaOggi, 13/11/2021 L’appalto è legittimo anche qualora l’appaltatore utilizzi locali ed attrezzature dell’appaltante, purché resti in capo all’appaltatore il rischio di impresa, correlato alla necessità di garantire continuità ed efficienza del servizio, attraverso un’adeguata organizzazione di personale. Il principio è contenuto nella sentenza della Cassazione n. 31127/2021. Leggi l’intero articolo qui!

Superamento comporto, niente alert dell’azienda

superamento comporto

In caso di licenziamento per il superamento del comporto, il datore di lavoro non è obbligato ad allertare il dipendente circa l’imminente superamento del periodo massimo di conservazione del rapporto, né a suggerirgli strumenti alternativi all’assenza per malattia (aspettativa, ferie).

Superamento comporto, niente alert dall’azienda

Debiti

di Tommaso Targa – ItaliaOggi, 9/11/2021 In caso di licenziamento per superamento del comporto, il datore di lavoro non è obbligato ad allertare il dipendente circa l’imminente raggiungimento del periodo massimo di conservazione del rapporto, né a suggerirgli strumenti alternativi all’assenza per malattia (ferie, aspettativa). Leggi l’intero articolo qui!

Sicurezza sul lavoro e “sciopero pignolo”: fino a dove il rifiuto della prestazione lavorativa può essere motivato da una eccezione di inadempimento sollevata dal dipendente

nt+ diritto

di Tommaso Targa e Sofia Bitella – NT+ Diritto, 4/11/2021 Il Tribunale di Forlì, tramite ben otto sentenze “gemelle“, si è pronunciato sulla legittimità del licenziamento per giusta causa intimato ad una serie di dipendenti che avevano rallentato le attività a cui erano preposti con lo scopo di nuocere tanto all’organizzazione del lavoro, quanto al loro […]

Nonostante il Green Pass il virus è sempre in circolazione

greenpass

Gli adempimenti previsti dal D. lgs N. 127/2021 in tema di green pass nei luoghi di lavoro devono essere applicati da tutti i soggetti coinvolti nel sistema di controllo designato dal legislatore: tanto i datori di lavoro quanto i lavoratori, infatti, possono subire sanzioni rilevanti.