Jobs Act: quando l’utopia diviene distopia

lavoro diritti europa

a cura dell’Avv. Salvatore Trifirò

Il bel libro di Stefano Giubboni già nel titolo – “Anni difficili. I licenziamenti in Italia in tempi di crisi” – ci riporta in un baleno in un passato tutt’ora vivo: in quegli anni infuocati che a partire dalla metà degli anni ’60 fino alla fine degli anni ’70, sono dai più ricordati come l’archè di quelle branche del diritto che si riscontrano nel diritto del lavoro e nel diritto sindacale odierno.
Allora come oggi il ceto imprenditoriale viene chiamato in causa.
Allora ha reagito ai picchettaggi, alle reintegrazioni forzose sul posto di lavoro in forza dell’art. 18 Statuto Lavoratori, ovvero alle reintegrazioni di migliaia di dipendenti in forza dell’art. 28 della stessa Legge sotto la forte spinta delle OO. SS. sostenute dai cosiddetti Pretori d’assalto.

Leggi l’intero articolo qui!

0

Articoli Correlati

Dichiarazione di fallimento di…

di Francesco Autelitano, Partner, Trifirò & Partners Avvocati 1. La questione di massima di particolare importanza Con ordinanza del 31 marzo 2021, n. 8919, la Prima Sezione della Corte di…
Leggi ancora

Sanzionabile chi si rifiuta…

di Luigi Ferrarella - Corriere della Sera, 6/04/2021 La Cassazione allarga la possibilità per i datori di lavoro di chiedere ai dipendenti di lavorare nei festivi infrasettimanali, e di sanzionare…
Leggi ancora