ItaliaOggi:  19/07/2019

Di Vittorio Provera – Trifirò & Partners Avvocati

La risoluzione del rapporto di lavoro per motivi economici non presuppone necessariamente la prova di un andamento negativo dell’azienda; pertanto è giustificato qualora la soppressione del posto sia conseguenza di un effettivo mutamento dell’assetto organizzativo, correlato alla migliore efficienza gestionale o anche ad un incremento della redditività. Questa la decisione a cui è pervenuta una recente sentenza della Corte di appello di Milano n. 1313 del 21/06/19

Continua a leggere l’intero articolo qui