Amministratori? Mai distratti

Debiti

di Vittorio Provera

L’obbligo di vigilanza e di attivazione per impedire atti pregiudizievoli per la società non viene meno se l’amministratore sia rimasto estraneo alla conduzione, non esercitando poteri; così ha statuito la Cassazione nella pronuncia 5795 del 3/3/2021. Tutto nasce da un’azione di responsabilità del curatore contro l’amministratore della fallita. Nei due gradi di merito era stata riconosciuta la fondatezza dell’azione.

Leggi l’intero articolo qui!

0

Articoli Correlati

Dichiarazione di fallimento di…

di Francesco Autelitano, Partner, Trifirò & Partners Avvocati 1. La questione di massima di particolare importanza Con ordinanza del 31 marzo 2021, n. 8919, la Prima Sezione della Corte di…
Leggi ancora

Sostenibilità anche a casa:…

di Mariapaola Rovetta - Corriere della Sera, 6/04/2021 Lo sviluppo sostenibile e la social responsability stanno assumendo nelle aziende sempre più importanza. "Lavorare applicando le regole della sostenibilità offre maggiori…
Leggi ancora