Revoca dell’ordine di reintegrazione e restituzione degli importi versati dall’azienda al lavoratore

collegato lavoro

Il Sole24Ore – Diritto24: 03/09/2019 

Commento a cura dell’avv. Marina Olgiati – Trifirò & Partners Avvocati

Trib. Brescia, 30 luglio 2019, n. 524

Devono essere restituite le somme percepite dal dipendente in esecuzione di un provvedimento di reintegrazione, successivamente revocato, a cui l’azienda ha dato solo formale esecuzione.

Questa la decisione del Tribunale di Brescia, che, confermando un licenziamento e revocando l’ordinanza che ne aveva, invece, dichiarata l’illegittimità, ha respinto, altresì, la domanda riconvenzionale proposta nella fase di opposizione, rito Fornero, da una lavoratrice, la quale aveva chiesto di accertare la non ripetibilità degli importi ad essa versati dall’azienda, che l’aveva reintegrata solo formalmente nel posto di lavoro.

Continua a leggere l’intero articolo qui

0

Related Posts

Sulla invocata risoluzione per…

di Tommaso Targa e Enrico Vella - NT+ Diritto, 15/06/2022 Nell'ambito di un rapporto di lavoro ormai logoro, una lavoratrice è rimasta assente ingiustificata per oltre sei mesi, dopo la…
Read more

Legittimo e proporzionato il…

di Federico Manfredi - Guida al Lavoro, 29/06/2022 La Cassazione ha ritenuto il licenziamento proporzionato alla gravità dei complessivi fatti addebitati, in  quanto la contestualizzazione della vicenda non legittimava la…
Read more

Eppur si muove

di Jacopo Moretti - Private, giugno 2022 Quando si reclutano nuovi relationship manager, è frequente imbattersi in patti di non concorrenza e di stabilità, "croce e delizia" per il settore…
Read more