Part-Time, violazione delle clausole flessibili e risarcimento simbolico del danno

part time violazione

L’avvocato Tommaso Targa commenta una sentenza molto rilevante per il principio che stabilisce. Una lavoratrice con orario di lavoro part-time e mansioni di maschera, cassiera e barista presso un cinema multisala ha richiesto un indennizzo al datore di lavoro sostenendo di essere stata costretta a lavorare al di fuori dell’orario pattuito violando la disciplina di legge e del CCNL applicabile.

0

Articoli Correlati

Sostenibilità e cambiamento climatico.…

È ormai nota, e noi stessi abbiamo già affrontato, l'importanza dei concetti di sviluppo sostenibile e Social Responsability anche all'interno del contesto lavorativo sia quando si tratta di aziende, ma…
Leggi ancora

Obbligo di vaccinazione contro…

Il datore di lavoro può chiedere ai propri dipendenti di vaccinarsi contro il Covid-19 per accedere ai luoghi di lavoro e per svolgere determinate mansioni? Può chiedere al medico competente…
Leggi ancora

Il blocco dei licenziamenti…

Mentre una recente ordinanza del Tribunale del Lavoro di Roma estende anche ai dirigenti il divieto di licenziamento per motivi oggettivi di cui alla L. 24 Aprile 2020, n. 27,…
Leggi ancora