Decreto Dignità. In tema di contratti a termine solo un maggior turn-over

Diritto24

Diritto24 – Il Sole 24 Ore: 23/07/2018
Decreto Dignità. In tema di contratti a termine solo un maggior turn-over

Commento a cura dell’avv. Anna Maria Corna

“Le modifiche introdotte dal Decreto Legge n. 87 (cosiddetto “Decreto Dignità”) del 13/7/2018 al D. Lgs. n. 81/2015, secondo le intenzioni del Governo, dovrebbero limitare il ricorso ai contratti a tempo determinato, incentivando le assunzioni e/o le trasformazioni dei rapporti a tempo indeterminato. E’ auspicabile che ciò avvenga, ma il Decreto potrebbe anche ottenere l’effetto contrario.  Se un’azienda non ritiene – per i più svariati motivi di tipo organizzativo, o semplicemente per poter meglio valutare i lavoratori – di effettuare assunzioni a tempo indeterminato, continuerà ad avvalersi dei contratti a termine, semplicemente facendo ricorso ad un maggior turn-over.“.

0

Related Posts

Sulla invocata risoluzione per…

di Tommaso Targa e Enrico Vella - NT+ Diritto, 15/06/2022 Nell'ambito di un rapporto di lavoro ormai logoro, una lavoratrice è rimasta assente ingiustificata per oltre sei mesi, dopo la…
Read more

Legittimo e proporzionato il…

di Federico Manfredi - Guida al Lavoro, 29/06/2022 La Cassazione ha ritenuto il licenziamento proporzionato alla gravità dei complessivi fatti addebitati, in  quanto la contestualizzazione della vicenda non legittimava la…
Read more

Eppur si muove

di Jacopo Moretti - Private, giugno 2022 Quando si reclutano nuovi relationship manager, è frequente imbattersi in patti di non concorrenza e di stabilità, "croce e delizia" per il settore…
Read more