Il “furbetto del cartellino” inibisce la rilevazione elettronica delle sue presenze/assenze: sussiste la giusta causa di licenziamento

collegato lavoro

Diritto 24 – Il Sole 24 Ore: 23/11/2018
Il “furbetto del cartellino” inibisce la rilevazione elettronica delle sue presenze/assenze: sussiste la giusta causa di licenziamento

Commento a cura degli avv. Vittorio Provera e Andrea Beretta

“Un dipendente, abusando di una procedura che impediva la registrazione dell’uscita ed entrata ai fini della presenza al lavoro, aveva in più occasioni digitato, senza alcuna autorizzazione, un determinato codice sulla tastiera posta sui tornelli, causando volontariamente l’inibizione della rilevazione (ai fini di verifica della prestazione) della propria uscita in orario di servizio.

In tal modo si era assentato ingiustificatamente dal posto di lavoro, anche per intere giornate lavorative.

Continua a leggere l’articolo >>

0

Related Posts

Eppur si muove

di Jacopo Moretti - Private, giugno 2022 Quando si reclutano nuovi relationship manager, è frequente imbattersi in patti di non concorrenza e di stabilità, "croce e delizia" per il settore…
Read more

Conflitto di interessi, contratti…

di Vittorio Provera - ItaliaOggi, 20/06/2022 KO l'accordo concluso dall'amministratore in conflitto di interessi. Il contratto concluso dall'Amministratore delegato di una Società per azioni con altra società di cui era…
Read more

Licenziamento del dirigente apicale:…

di Tommaso Targa - NT+ Diritto, 07/06/2022 Con sentenza n. 17689/2022 , pubblicata il 31 maggio 2022, la Cassazione torna a pronunciarsi su un tema dibattuto: quello dei limiti del…
Read more