La privacy è un diritto, ma chi rifiuta il vaccino può correre dei rischi

cuneo fiscale

di Stefano Trifirò – L’Economia, 5/07/2021

Alla ripresa del lavoro in presenza sorge una domanda: che cosa succede se il lavoratore non aderisce alla vaccinazione in azienda o a quella pubblica? “L’Inail ha predisposto un piano di indicazioni ad interim per la vaccinazione in azienda, mentre il Garante Privacy ha confermato che il datore di lavoro non può chiedere conferma dell’avvenuta vaccinazione”, afferma il giuslavorista Stefano Trifirò (Trifirò Partners Avvocati).

Leggi l’intero articolo qui!

1

Articoli Correlati

Sospensione disciplinare: la sentenza…

di Stefano Trifirò - L'Economia, 06/09/2021 Lavoratori no vax. Come si deve comportare l'azienda? "La decisione spontanea di un dipendente di non vaccinarsi potrebbe comportare la sua sospensione dalla prestazione…
Leggi ancora

I soci obbligati al…

di Vittorio Provera L'inadempimento contrattuale di una Snc, trasformata in Srl, non libera i soci dall'obbligo di risarcimento. Qualora una società in nome collettivo (Snc) abbia stipulato un preliminare di…
Leggi ancora