Diritto 24 – Il Sole 24 Ore: 07/01/2019
Legittimo il licenziamento per soppressione del posto di lavoro anche se, dopo appena sei mesi, viene assunto un altro lavoratore con mansioni simili

Commento a cura dell’avv. Tommaso Targa

Tribunale di Cosenza, ordinanza 19 novembre 2018

“Un lavoratore – pur senza allegare alcuna documentazione medica a supporto – ha comunicato all’azienda la ricomparsa di una malattia avuta in adolescenza e la conseguente incompatibilità delle sue mansioni con la sopraggiunta infermità. Ricevuta tale comunicazione, poco tempo dopo l’azienda ha intimato al lavoratore il licenziamento per ragioni oggettive, motivato dalla soppressione del suo posto di lavoro.

Il lavoratore ha impugnato il licenziamento ritenendolo nullo in quanto di rappresaglia, senza però contestare la sussistenza del giustificato motivo oggettivo, ossia la soppressione del suo posto di lavoro.

 

Continua a leggere l’articolo >>