Lo Smart Working 2.0 approda alla Camera

collegato lavoro

di Luca Peron e Diego Meucci – Trifirò & Partners Avvocati

Dopo il massiccio utilizzo del lavoro agile per fronteggiare l’attuale emergenza sanitaria, approda ora alla Camera la proposta di legge di iniziativa M5S – composta da 10 articoli – per la revisione delle attuali norme sullo smart working, nonché per la predisposizione di misure volte alla promozione di tale modalità di lavoro. Tra i principali obiettivi dichiarati della proposta di legge (almeno nelle intenzioni) vi è quello di agevolare l’adozione di nuove forme di organizzazione del lavoro da parte delle pubbliche amministrazioni e delle imprese, favorendo il passaggio a una cultura del lavoro meno legata alla presenza fisica e, al tempo stesso, tutelando i lavoratori.

Leggi l’intero articolo qui!

0

Articoli Correlati

Il distacco transfrontaliero dei…

di Enrico Vella – Trifirò & Partners Avvocati Nella Gazzetta Ufficiale n. 229 del 15 settembre 2020 è stato pubblicato il decreto legislativo n. 122 del 15 settembre 2020 che…
Leggi ancora

Il voto dei creditori…

di Francesco Autelitano, Partner, Trifirò & Partners 1. Voto e volontà negoziale del ceto creditorio L’approvazione della proposta del debitore, da parte del ceto creditorio, costituisce uno dei momenti salienti,…
Leggi ancora

Il potenziale dello smart…

di Salvatore Trifirò - Il Sole 24 Ore, 01/09/2020 Mentre negli anni 80 in Italia con alcuni intraprendenti imprenditori veniva data vita a forme di lavoro autonomo cosiddette atipiche (quelle…
Leggi ancora