Part-time, violazione delle clausole flessibili e risarcimento simbolico del danno

nt+ diritto

dell’Avv. Tommaso Targa

La sentenza in commento si è pronunciata in merito al ricorso presentato da una lavoratrice addetta, con orario di lavoro part-time, a mansioni promiscue di maschera, cassiera e barista, presso un cinema multisala.

La ricorrente – pur avendo accettato l’inserimento nel contratto di assunzione di una clausola elastica – ha lamentato che il datore di lavoro, in violazione della normativa all’epoca vigente (d.lgs. 25 febbraio 2000 n. 61), avrebbe abusato di tale clausola, adibendola in modo sistematico allo svolgimento delle sue mansioni al di fuori dell’orario di lavoro contrattualmente pattuito, ed anche a turni notturni non previsti, così violando la disciplina di legge e del CCNL applicabile.

Leggi l’intero articolo qui!

0

Related Posts

Eppur si muove

di Jacopo Moretti - Private, giugno 2022 Quando si reclutano nuovi relationship manager, è frequente imbattersi in patti di non concorrenza e di stabilità, "croce e delizia" per il settore…
Read more

Conflitto di interessi, contratti…

di Vittorio Provera - ItaliaOggi, 20/06/2022 KO l'accordo concluso dall'amministratore in conflitto di interessi. Il contratto concluso dall'Amministratore delegato di una Società per azioni con altra società di cui era…
Read more

Licenziamento del dirigente apicale:…

di Tommaso Targa - NT+ Diritto, 07/06/2022 Con sentenza n. 17689/2022 , pubblicata il 31 maggio 2022, la Cassazione torna a pronunciarsi su un tema dibattuto: quello dei limiti del…
Read more