Quando la pubblicazione tramite Facebook configura un comportamento ai fini della giusta causa di recesso

Diritto24

Diritto24 – Il Sole 24 Ore: 04/05/2018
Quando la pubblicazione tramite Facebook configura un comportamento ai fini della giusta causa di recesso

Commento a cura dell’avv. Antonio Cazzella

“E’ oramai assodato che l’utilizzo dei social network può comportare la lesione della propria privacy, come hanno dimostrato, anche recentemente, i noti fatti relativi all’acquisizione, da parte della società Cambridge Analytica, di informazioni pubblicate su Facebook da parte di milioni di utenti. Peraltro, l’utilizzo di Facebook può anche determinare la perdita del posto di lavoro; si tratta di un fenomeno che, negli anni, ha assunto proporzioni davvero rilevanti…

0

Articoli Correlati

Impresa digitale, nuove norme…

Il Sole24Ore - Diritto24:  17/07/2019 Commento a cura di Vittorio Provera – Trifirò & Partners Avvocati Ad esito di un complesso dibattito a livello europeo iniziato sin dal 2003, finalmente è…
Leggi ancora

Licenziamenti senza crisi –…

ItaliaOggi:  19/07/2019 Di Vittorio Provera – Trifirò & Partners Avvocati La risoluzione del rapporto di lavoro per motivi economici non presuppone necessariamente la prova di un andamento negativo dell’azienda; pertanto è…
Leggi ancora

Responsabilità solidale del committente…

Il Sole24Ore - Diritto24:  09/07/2019 a cura dell'Avv. Enrico Vella – Trifirò & Partners Avvocati  La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 18004/19 del 4 luglio scorso, si è…
Leggi ancora