Caso Boban, le motivazioni del giudice: “Non violò i suoi obblighi contrattuali”

caso boban

Non esisteva una giusta causa nel licenziamento dell’ex dirigente rossonero da parte del Milan F.C. L’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport da Zvonimir Boban non portò a “nessuna violazione dei suoi obblighi contrattuali” da dirigente del Milan. Il giudice ha deciso l’illegittimità del recesso unilaterale del contratto fra Boban e il Milan. L’ex calciatore croato è stato assistito dall’avvocato Mario Cammarata dello Studio Legale Trifirò ed ha potuto ottenere un indennizzo di 5,375 milioni di euro dalla società sportiva.

1

Related Posts

Licenziabile la lavoratrice madre…

La Corte d'Appello di Venezia, con una recentissima sentenza ed in riforma di quella di primo grado, ha ritenuto legittimo il licenziamento di una lavoratrice madre, stante, da un lato,…
Read more

Superamento periodo di comporto…

Il caso in esame ha ad oggetto un licenziamento per superamento del periodo di comporto. Il numero dei giorni di assenza sono pacifici, ma il lavoratore ha lamentato la computabilità…
Read more

Nuove applicazioni per i…

Lo smart working si è palesato come una rivoluzione nelle modalità di esecuzione e di gestione del rapporto di lavoro.
Read more