Caso Boban, le motivazioni del giudice: “Non violò i suoi obblighi contrattuali”

caso boban

Non esisteva una giusta causa nel licenziamento dell’ex dirigente rossonero da parte del Milan F.C. L’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport da Zvonimir Boban non portò a “nessuna violazione dei suoi obblighi contrattuali” da dirigente del Milan. Il giudice ha deciso l’illegittimità del recesso unilaterale del contratto fra Boban e il Milan. L’ex calciatore croato è stato assistito dall’avvocato Mario Cammarata dello Studio Legale Trifirò ed ha potuto ottenere un indennizzo di 5,375 milioni di euro dalla società sportiva.

1

Related Posts

La settimana corta, tra…

Un salario competitivo pare non essere più sufficiente. Sempre più aziende stanno promuovendo progetti che valorizzino – più o meno intensamente – il cosiddetto work-balance, o per dirla con termini…
Read more

Dirigenti apicali: qual è…

Il dirigente apicale ha diritto al pagamento dell’indennità sostitutiva delle ferie maturate non godute in relazione all’annualità in corso al momento della risoluzione del rapporto di lavoro od anche per…
Read more

Legittimo il licenziamento per…

Un lavoratore è stato licenziato per aver baciato, sul luogo di lavoro, una sua collega sulla bocca contro la sua volontà e per avere, in altre precedenti occasioni, accarezzato la…
Read more