Caso Boban, le motivazioni del giudice: “Non violò i suoi obblighi contrattuali”

caso boban

Non esisteva una giusta causa nel licenziamento dell’ex dirigente rossonero da parte del Milan F.C. L’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport da Zvonimir Boban non portò a “nessuna violazione dei suoi obblighi contrattuali” da dirigente del Milan. Il giudice ha deciso l’illegittimità del recesso unilaterale del contratto fra Boban e il Milan. L’ex calciatore croato è stato assistito dall’avvocato Mario Cammarata dello Studio Legale Trifirò ed ha potuto ottenere un indennizzo di 5,375 milioni di euro dalla società sportiva.

1

Articoli Correlati

I fatti commessi prima…

Il Tribunale di Pistoia, in una recente sentenza del 11 gennaio 2021, si è pronunciato in tema di rilevanza disciplinare dei comportamenti tenuti dal lavoratore, prima dell'assunzione, nell'ambito di un…
Leggi ancora

L’intelligenza artificiale e i…

La UE si sta muovendo per implementare, con l'utilizzo dell'intelligenza artificiale e la robotica, la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e degli Uffici Giudiziari. Per l'avvocato Stefano Trifirò la giustizia predittiva,…
Leggi ancora

Inizio del nuovo anno…

Alle aziende e agli studi professionali ciò che viene chiesto in questo periodo e all'inizio di questo 2021 è l'assunzione di un approccio sempre più rivolto alla Social Responsability. Si…
Leggi ancora