Decreto Rilancio. Ancora deroghe minime in tema di contratti a termine.

collegato lavoro

di Anna Maria Corna partner Studio Trifirò & Partners

A seguito della entrata in vigore della legge n. 27/2020 di conversione, con modifiche, del D.L. n. 18 del 17/2/2020, si era rilevato quanto modesta fosse la deroga prevista in tema di contratti a tempo determinato.

Il comma 19bis, si limita, infatti, a consentire “ai datori di lavoro che accedono agli ammortizzatori sociali” previsti dal medesimo decreto, in ragione dell’emergenza per il Covid 19, “la possibilità, in deroga alle previsioni di cui agli articoli 20, comma 1, lettera c), 21, comma 2, e 32, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, di procedere, nel medesimo periodo, al rinnovo o alla proroga dei contratti a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione”.

Leggi l’intero articolo qui!

0

Articoli Correlati

Le novità per il…

Commento a cura degli avv.ti Luca Peron e Diego Meucci, Trifirò & Partners Avvocati In data 6 luglio 2020 il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al Programma Nazionale…
Leggi ancora

Lo smart working? Un…

Stefano Trifirò - L'Economia, 29/06/20 Dopo il Covid 19, si aprono nuovi scenari e schermi organizzativi per le imprese che rivoluzioneranno il concetto di lavoro. Pensa così l'avvocato Stefano Trifirò…
Leggi ancora

Il punto su… validità…

di Vittorio Provera Partner Trifirò & Partners Avvocati In situazioni nelle quali il capitale sociale di una società è ripartito in misura paritetica tra due soci, o in presenza di due…
Leggi ancora