Emergenza sanitaria e crisi economica: la leva finanziaria del D.L. 23/20 per immettere liquidità nelle imprese

collegato lavoro

di Francesco Cristiano – Trifirò e Partners Avvocati

Il decreto legge n. 23 dell’8 aprile 2020 ha introdotto un pacchetto di misure accomunate dalla finalità di dotare le imprese italiane di liquidità per affrontare la crisi economica indotta dall’emergenza sanitaria.

In particolare, il Governo ha previsto l’attivazione di un meccanismo di prestiti alle imprese italiane, presidiato da garanzie pubbliche, per un controvalore di Euro 200 miliardi, di cui 30 miliardi riservati alle piccole e medie imprese (PMI) che abbiano pienamente utilizzato la capacità di accesso al Fondo Centrale di Garanzia loro riservato ai sensi della Legge 662/96.

Leggi l’intero articolo qui!

0

Related Posts

Eppur si muove

di Jacopo Moretti - Private, giugno 2022 Quando si reclutano nuovi relationship manager, è frequente imbattersi in patti di non concorrenza e di stabilità, "croce e delizia" per il settore…
Read more

Conflitto di interessi, contratti…

di Vittorio Provera - ItaliaOggi, 20/06/2022 KO l'accordo concluso dall'amministratore in conflitto di interessi. Il contratto concluso dall'Amministratore delegato di una Società per azioni con altra società di cui era…
Read more

Licenziamento del dirigente apicale:…

di Tommaso Targa - NT+ Diritto, 07/06/2022 Con sentenza n. 17689/2022 , pubblicata il 31 maggio 2022, la Cassazione torna a pronunciarsi su un tema dibattuto: quello dei limiti del…
Read more