La registrazione di conversazioni e di video sul luogo di lavoro: comportamento disciplinarmente rilevante o legittimo esercizio del diritto di difesa?

Diritto24

Diritto24 – Il Sole 24 Ore: 11/06/2018
La registrazione di conversazioni e di video sul luogo di lavoro: comportamento disciplinarmente rilevante o legittimo esercizio del diritto di difesa?

Commento a cura dell’avv. Antonio Cazzella

“Con due recenti sentenze la Suprema Corte si è nuovamente pronunciata su una particolare fattispecie, che ha costituito l’occasione per effettuare una sintesi di alcuni principi in materia di privacy: in particolare, la Corte di Cassazione ha dovuto valutare se sia legittimo, da parte di un lavoratore, registrare conversazioni e/o video sul luogo di lavoro ed all’insaputa dei colleghi.“.

0

Articoli Correlati

Part-time, violazione delle clausole…

dell'Avv. Tommaso Targa La sentenza in commento si è pronunciata in merito al ricorso presentato da una lavoratrice addetta, con orario di lavoro part-time, a mansioni promiscue di maschera, cassiera…
Leggi ancora

Smart working o Caverna…

a cura di Federico Manfredi dello Studio Legale Trifirò & Partners Lo Smart Working è da mesi al centro dell’attenzione mediatica, divenendo materia di discussione pressoché trasversale a tutti gli…
Leggi ancora

L’ufficio sarà digitale, più…

dell'Avv. Jacopo Moretti - Corriere Economia 19/10/2020 "Rispetto all'organizzazione del lavoro dipendente, basata sulla presenza stabile nei locali aziendali e sull'osservanza di orari di lavoro fissi, lo smart working costituisce…
Leggi ancora