La registrazione di conversazioni e di video sul luogo di lavoro: comportamento disciplinarmente rilevante o legittimo esercizio del diritto di difesa?

Diritto24

Diritto24 – Il Sole 24 Ore: 11/06/2018
La registrazione di conversazioni e di video sul luogo di lavoro: comportamento disciplinarmente rilevante o legittimo esercizio del diritto di difesa?

Commento a cura dell’avv. Antonio Cazzella

“Con due recenti sentenze la Suprema Corte si è nuovamente pronunciata su una particolare fattispecie, che ha costituito l’occasione per effettuare una sintesi di alcuni principi in materia di privacy: in particolare, la Corte di Cassazione ha dovuto valutare se sia legittimo, da parte di un lavoratore, registrare conversazioni e/o video sul luogo di lavoro ed all’insaputa dei colleghi.“.

0

Articoli Correlati

Il temporary management

a cura dell’avv. Tommaso Targa – Trifirò & Partners Avvocati Cosa si intende per temporary management? Di solito, con questa espressione, ci si riferisce alla assegnazione ad un manager di comprovata…
Leggi ancora

La nozione di insubordinazione…

Commento a cura dell'avv. Antonio Cazzella – Trifirò & Partners Avvocati La recente sentenza n. 13411 del 1° luglio 2020, pronunciata dalla Corte di Cassazione in una fattispecie di licenziamento disciplinare,…
Leggi ancora

Le novità introdotte dalla…

Luca Peron e Diego Meucci – Trifirò & Partners Avvocati È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 180 del 18 luglio 2020, la Legge 17 luglio 2020, n. 77, con la…
Leggi ancora