La registrazione di conversazioni e di video sul luogo di lavoro: comportamento disciplinarmente rilevante o legittimo esercizio del diritto di difesa?

Diritto24

Diritto24 – Il Sole 24 Ore: 11/06/2018
La registrazione di conversazioni e di video sul luogo di lavoro: comportamento disciplinarmente rilevante o legittimo esercizio del diritto di difesa?

Commento a cura dell’avv. Antonio Cazzella

“Con due recenti sentenze la Suprema Corte si è nuovamente pronunciata su una particolare fattispecie, che ha costituito l’occasione per effettuare una sintesi di alcuni principi in materia di privacy: in particolare, la Corte di Cassazione ha dovuto valutare se sia legittimo, da parte di un lavoratore, registrare conversazioni e/o video sul luogo di lavoro ed all’insaputa dei colleghi.“.

0

Related Posts

La lotta alle discriminazioni…

di Mariapaola Rovetta - Responsabilità Sociale, 2/08/2022 Quando si parla di sostenibilità e di social responsibility all’interno delle aziende e, in generale, degli ambienti di lavoro per renderli vivibili, armonici e, di conseguenza,…
Read more

Licenziamenti, il criterio di…

di Federico Manfredi - Guida al Lavoro, 02/08/2022 La Corte costituzionale pur nel dichiarare inammissibili le questioni di legittimità sollevate in via incidentale dal Tribunale del Lavoro di Roma, ha…
Read more

La portata applicativa dell’accordo…

di Tommaso Targa e Leonardo Calella - NT+ Diritto, 19/07/2022 Con ordinanza numero 21450 del 6 luglio 2022 , la Corte di Cassazione ha confermato il proprio orientamento secondo cui…
Read more