L’inefficacia del licenziamento in caso di codatorialità del rapporto di lavoro

collegato lavoro

Diritto 24 – Il Sole 24 Ore: 16/01/2019
L’inefficacia del licenziamento in caso di codatorialità del rapporto di lavoro

Commento a cura dell’avv. Antonio Cazzella

“Con la recente sentenza n. 267 del 9 gennaio 2019 la Corte di Cassazione ha confermato la pronuncia della Corte di merito, che aveva accertato l’inefficacia del licenziamento intimato ad un lavoratore, il quale aveva svolto la prestazione lavorativa, indistintamente, in favore di società facenti parte del medesimo gruppo.

La Suprema Corte, ripercorrendo l’evoluzione giurisprudenziale in materia di codatorialità del rapporto di lavoro, ha ricordato che l’iniziale approccio aveva “valorizzato” la frammentazione fraudolenta di imprese, in quanto finalizzata all’elusione di norme imperative (ad esempio, in relazione al requisito dimensionale per l’applicazione della tutela c.d. “reale” ovvero all’ampiezza dell’obbligo di repechage), dando rilievo “all’impresa unica sottostante al gruppo

 

Continua a leggere l’articolo >>

0

Articoli Correlati

Compensi, vertici srl all’asciutto

di Vittorio Provera - ItaliaOggi, 24/11/2021 Tra l'amministratore di srl e la società sussiste un rapporto di immedesimazione organica, tuttavia il diritto al compenso ha una sua connotazione autonoma, con…
Leggi ancora

Sottrarre dati dal PC…

di Marina Olgiati e Francesco Torniamenti - Il Sole 24 Ore, 20/11/2021 I dati contenuti nel pc aziendale in dotazione al dipendente e utilizzati per lo svolgimento dell'attività lavorativa sono…
Leggi ancora

Lavori con giro di…

di Vittorio Provera - ItaliaOggi, 13/11/2021 L'appalto è legittimo anche qualora l'appaltatore utilizzi locali ed attrezzature dell'appaltante, purché resti in capo all'appaltatore il rischio di impresa, correlato alla necessità di…
Leggi ancora