Covid-19 e tecnologia: così cambia il lavoro

corriere della sera

di Salvatore Trifirò

Dopo la rivoluzione di Internet in accelerazione — 3G, 4G, 5G — e la tecnologia sempre più sofisticata dei software che accresce le capacità dell’intelligenza artificiale, sopraggiunge — drammatica e improvvisa — una nuova rivoluzione (e non sarà l’ultima), quella di Covid-19. In questo contesto, con la falcidia di intelligenze umane e il reset di comportamenti e schemi organizzativi di ieri — che tuttavia è già il passato — si aprono nuovi scenari per le imprese che, nel futuro, saranno sempre più virtuali. Si avrà l’opportunità di sperimentare una nuova disciplina del rapporto di lavoro adeguato, da un lato, alle necessità della singola impresa e, dall’altro, a quelle del prestatore di lavoro. Rapporto che possa essere più flessibile e profittevole per entrambe le parti.

Leggi l’intero articolo qui!

0

Articoli Correlati

Smart working o Caverna…

a cura di Federico Manfredi dello Studio Legale Trifirò & Partners Lo Smart Working è da mesi al centro dell’attenzione mediatica, divenendo materia di discussione pressoché trasversale a tutti gli…
Leggi ancora

L’ufficio sarà digitale, più…

dell'Avv. Jacopo Moretti - Corriere Economia 19/10/2020 "Rispetto all'organizzazione del lavoro dipendente, basata sulla presenza stabile nei locali aziendali e sull'osservanza di orari di lavoro fissi, lo smart working costituisce…
Leggi ancora

La natura giuridica dei…

Commento a cura dell'avv. Antonio Cazzella – Trifirò & Partners Avvocati Con sentenza n. 16135 del 28 luglio 2020 la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla domanda di un lavoratore che…
Leggi ancora