In quarantena dopo le vacanze all’estero: licenziato!

nt+ diritto

a cura di Tommaso Targa e Enrico Vella, Studio Trifirò & Partners Avvocati

Il Tribunale di Trento, con l’ordinanza in commento del 21 gennaio 2021, si è occupato di un caso che, in questa situazione di emergenza sanitaria, si è verificato in molte aziende, e ha adottato una pronuncia che apre ad un inevitabile dibattito.

Una lavoratrice, al rientro dalle proprie vacanze estive all’estero, non ha potuto riprendere servizio al termine delle proprie ferie concordate, dovendo rispettare il periodo di quarantena di 14 giorni, imposto dalla normativa emergenziale. E’ stata, quindi, licenziata dal datore di lavoro per giusta causa.

Leggi l’intero articolo qui!

1

Related Posts

Eppur si muove

di Jacopo Moretti - Private, giugno 2022 Quando si reclutano nuovi relationship manager, è frequente imbattersi in patti di non concorrenza e di stabilità, "croce e delizia" per il settore…
Read more

Conflitto di interessi, contratti…

di Vittorio Provera - ItaliaOggi, 20/06/2022 KO l'accordo concluso dall'amministratore in conflitto di interessi. Il contratto concluso dall'Amministratore delegato di una Società per azioni con altra società di cui era…
Read more

Licenziamento del dirigente apicale:…

di Tommaso Targa - NT+ Diritto, 07/06/2022 Con sentenza n. 17689/2022 , pubblicata il 31 maggio 2022, la Cassazione torna a pronunciarsi su un tema dibattuto: quello dei limiti del…
Read more