Diritto 24 – Il Sole 24 Ore: 14/01/2019
Legittimo il licenziamento del lavoratore che si rifiuta di prendere servizio presso la sede ove è stato distaccato

Commento a cura dell’avv. Tommaso Targa

Corte d’Appello di Messina, sentenza 5 dicembre 2018

“Legittimo il licenziamento del lavoratore che si rifiuta di prendere servizio presso la sede ove è stato distaccato: inapplicabili le disposizioni che limitano la facoltà del datore di lavoro di trasferire il personale, poiché il distacco per definizione è temporaneo, dunque non assimilabile al trasferimento.

Conformemente a quanto previsto da un verbale di accordo sindacale, un dipendente veniva distaccato presso una unità produttiva diversa da quella di normale assegnazione e provvedeva a controfirmare la relativa comunicazione aziendale “per ricevuta e accettazione”.

Giunto il momento di prendere servizio presso l’unità produttiva di destinazione, il lavoratore distaccato, nondimeno, cominciava ad assentarsi ingiustificatamente sino a che non veniva licenziato per assenza ingiustificata e insubordinazione.”

 

Continua a leggere l’articolo >>